Come preparare la tartare di tonno

In questa ricetta prepariamo una tartare di tonno senza utilizzare il limone che copre eccessivamente il sapore del tonno. Lo sostituiamo con lo zenzero in piccole quantità. Se non amate lo zenzero eliminatelo dagli ingredienti, seguite la ricetta comunque senza aggiungere il limone.

La tartare di tonno si può preparare a cubetti o “battuta” a coltello come nel caso di questa ricetta. La tecnica della battuta è più utilizzata con la carne ma utile anche con tonno, salmone o pesce spada. Serve a rompere le fibre per rendere la carne più morbida. Inoltre si evita di spremerla cosa che invece avviene tritandola.

Se non avete mai provato la tartare di tonno dovete assolutamente farlo. A differenza del pesce spada o del salmone il tipico sapore del pesce crudo è molto meno forte, quasi inesistente. E’ un piatto leggero e salutare ottimo per le stagioni estive che potete servire come antipasto o come secondo piatto.

Ovunque si legge che il tonno ha ottime proprietà nutritive ed è ricco di omega 3. Forse però non tutti dicono che il filetto è la parte più pregiata ma anche quella meno ricca di grassi e quindi di omega3. Altri tagli come la ventresca ne contengono di più e costano molto meno.

Pesce crudo senza rischi

E’ anche importante sapere che il pesce crudo spesso nasconde insidie importanti per la salute. L’ideale sarebbe surgelarlo per almeno 24 ore prima di consumarlo crudo. Qui trovate un interessante articolo che spiega come consumare pesce crudo senza rischi.

In generale saper scegliere il pesce è importante, qui trovate qualche consiglio su come riconoscere il pesce fresco

Altre ricette e libri consigliati

Se siete in cerca di antipasti sfiziosi a base di pesce potete provare anche queste ricette:

Cucinare il pesce è un arte, ci sono molti libri davvero belli che raccontano tecniche e ricette per imparare a impreziosire la nostra cucina.

Bene… iniziamo a preparare la nostra tartare di tonno.

Add to Favourites